Urban sketching, sketchcrowling o come dir si voglia

Urban sketching sketchcrowling o come dir si voglia…
Il termine SKETCHCROWL inventato e marchio depositato da Enrico Casarosa, l’italiano della Pixar che ha contribuito al successo del cartone UP.

Il sito ufficiale è vecchio e si collega da un forum altrettanto vetusto. Ti fa passare la voglia, eh? Comunque il senso è lo stesso dello “URBAN SKETCHING“, un termine che si capisce al volo: disegnare velocemente, schizzare la città, il paesaggio che hai intorno dal vivo e quindi non da fotografie.

Anche per questo termine c’è un sito ufficiale con un bel logo nero che rappresenta un taccuino e un palazzo.

Il fenomeno si è diffuso un po’ ovunque e chi ha la fortuna di abitare in città sicuramente può aggregarsi da un gruppo e andare a fare skizzi in giro in compagnia di appassionati come lui, non importa il grado di preparazione o bravura.

Il manifesto ufficiale dello Urban Sketching

Urban sketching logo

1. Disegniamo sul posto, all’aperto o al chiuso, catturando ciò che vediamo con la diretta osservazione

2. I nostri disegni raccontano la storia di ciò che ci circonda, dei luoghi in cui viviamo e di quelli dove viaggiamo

3. I nostri disegni sono una registrazione del tempo e dello spazio

4. Siamo fedeli alle scene che osserviamo

5. Utilizziamo ogni genere di strumento e preserviamo il nostro stile individuale

6. Ci sosteniamo a vicenda e disegniamo insieme

7. Condividiamo i nostri disegni online

8. Mostriamo il mondo, un disegno alla volta.

Sketchcrowling a Crema

Video di Urban Sketching

1 commento su “Urban sketching, sketchcrowling o come dir si voglia”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *